Il derby va al Futsal Rovigo

PULIVENETA GRANZETTE

vs

Top Casa Futsal Roigo

Puliveneta Granzette – Top Casa Rovigo 2 – 4

Primo tempo: 0 – 2

Puliveneta Granzette: Brombin, Barison, Grignolo, Masin, Boniolo, Zanoli, Passarotto, Gazzabin (C). All: Gallo.

Top Casa Rovigo: Donegà, Reale, Fanchini, Aggio, Penolazzi, Fregnan, Scaranello, Astolfi (C), Ramos. All: Spada.

Arbitro: Volpin di Este.

Reti: 12′ Astolfi, 15′ Fregnan; 12′ st Reale, 17′ st Ramos, 28′ st e 30′ st Zanoli (P).

ROVIGO – Affermazione netta del Top Casa Rovigo nel derby rodigino della 23esima giornata. Gli ospiti sovvertono i valori espressi dalla classifica e interrompono l’ottimo momento di risultati della Puliveneta Granzette, conquistando la terza vittoria del girone di ritorno, dopo i successi su Badia Polesine e Due Stelle. I locali, ridotti ai minimi termini (indisponibili Bellini, Andrea, Danny e Massimo Zanirato, l’allenatore-giocatore Paron; Boniolo appena rientrato, Passarotto assente agli allenamenti da mesi), non riescono a contrapporre una valida contromisura alla tecnica illuminante di Penolazzi, alla dinamicità di Fregnan e all’ottima prova del portiere Donegà (assenti tra gli ospiti Franchin, Loro, Malfatto, Spada). La prestazione della Puliveneta risulta generosa, soprattutto per l’inesauribile Zanoli, eppure le uniche due segnature arrivano nei minuti finali: in precedenza, erano giunti tre pali (centrati da Gazzabin) e i numerosi interventi del summenzionato Donegà. Da segnalare per onor di cronaca, seppur non decisiva ai fini del risultato, la direzione fortemente scialba dell’arbitro Volpin, che introduce inoltre una singolare innovazione: la misurazione della distanza tra barriera e pallone, scandendo comodamente i passi all’esterno del rettangolo di gioco e dando la possibilità ai giocatori di formare la barriera con estrema tranquillità e approssimazione. I primi 15′ di gara si rivelano immediatamente determinanti: il Granzette attacca e colleziona una sequela di buone occasioni, senza tuttavia concretizzare; il Futsal Rovigo sigla la prima rete già alla seconda incursione offensiva, con un tiro di Astolfi dalla distanza deviato da un giocatore locale, e al 15′ trova il raddoppio col puntuale inserimento di Fregnan. Gli ospiti, a questo punto, indirizzano la gara sul binario ideale: possesso palla continuato e assalti improvvisi e ben orchestrati (da registrare alcuni buoni interventi di Brombin). La rosa striminzita della Puliveneta non permette di attuare il pressing costante e armonizzato della gara d’andata, tanto che la partita scivola via spedita, tra un’occasione e l’altra, senza particolari sussulti. Nella ripresa gli ospiti prendono il largo con Reale e Ramos (tiro ancora deviato), mentre il Granzette, come detto, colleziona solamente pali e frustrazioni. Soltanto nel finale, a gara compromessa, arriva la doppietta di Zanoli, lasciato libero di colpire a pochi passi dalla porta. Sabato, alle 21, seconda gara consecutiva della Puliveneta Granzette nel parchè del palazzetto. Avversaria di turno la formazione padovana del Futsal Psn, sconfitta all’andata dai rodigini per 4-2. Per il Top Casa Rovigo impegno casalingo, di venerdì, con la capolista San Lorenzo Albignasego.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Realizzazione siti web RSW Studio