Meggel vs Puliveneta Granzette. È il calcio a 5, bellezza!

MEGGEL ARZERGRANDE – PULIVENETA GRANZETTE  6 – 5

Primo tempo: 2-1

È il calcio a 5, bellezza. Meggel Arzergrande e Puliveneta Granzette risorgono e sprofondano nell’abisso svariate volte durante il match, mettendo in scena uno spettacolo caratteristico di uno sport tanto estetico ed emozionante. Gli ultimi a precipitare, tuttavia, sono i rossoverdi della Puliveneta, costretti a capitolare dinanzi alle celeri geometrie dei locali e ad alcuni episodi finali che indirizzano la gara sulla via dei padovani. Nel primo tempo il ritmo di gara è alto e le occasioni non mancano da entrambe le parti: la Meggel, dal canto suo, dimostra un maggior cinismo andando in rete in due occasioni con Meggiorin. Il Granzette spreca due ottime occasioni con Zanoli e Gazzabin ma al 28’ proprio il duo rossoverde confeziona la rete del momentaneo pareggio, sfruttando il lancio in profondità del portiere Massimo Zanirato. La Meggel ostenta una maggiore struttura di gioco ma sovente le ripartenze degli ospiti si rivelano letali. Una dimostrazione eloquente giunge all’inizio del secondo tempo. Una partenza da mille miglia del Granzette (tre reti in quattro minuti) mina le sicurezze della Meggel che si ritrova in ritardo di due lunghezze a pochi minuti dall’inizio della ripresa. Anche in questo caso le imbeccate dalle retrovie di Paron e Massimo Zanirato mettono in grosso imbarazzo la difesa della Meggel, costretta a rivedere i propri equilibri tattici. In seguito, però, le cosiddette buone circostanze abbandonano la squadra ospite e si sistemano tra le fila locali. Al 9’ Andrea Zanirato sigla uno sfortunato autogol e al 16’ Ceccon pareggia i conti con una superba conclusione al volo. Tra le due reti, risulta evidente un tocco di mano sulla linea di porta di Tassetto, ma il direttore di gara non convalida la massima punizione. Al 18’ Meggiorin sigla il vantaggio ospite chiudendo in rete una ripartenza fulminea, viziata in principio da un evidente fallo ai danni di Danny Zanirato. Sul finire di gara un altro episodio controverso consegna alla Meggel l’intera posta in palio: Meggiorin lancia dalla propria trequarti, Ceccon e il portiere Massimo Zanirato finiscono a contatto, e l’estremo rossoverde termina a terra infortunandosi alla caviglia. La sfera, nel frattempo, termina in rete, e l’arbitro convalida il sesto gol locale tra l’incredulità dell’intera comitiva polesana. A tempo scaduto Gazzabin realizza la sua personale tripletta direttamente dal calcio d’inizio, sfruttando una deviazione ospite. Il Granzette spera di sfruttare gli ultimi minuti per pareggiare la gara, ma il tempo di recupero assegnato dal direttore di gara è minimo, ed è la Meggel a far festa.

A.C. Meggel Arzergrande: Bordin, Giraldo, Meggiorin, Turin, Stocco, Sola, Tasinato, Ceccon (C), Tumiati, Tassetto, Biasin, Lahmar. All: Massaro.

Puliveneta Granzette: Zanirato M., Barison, Grignolo, Bellini, Boniolo, Paron, Zanoli, Passarotto, Zanirato A., Zanirato D., Gazzabin (C). All: Paron.

Reti: 4 Meggiorin, 3 Gazzabin (P), 2 Zanirato D. (P), Ceccon, aut. Zanirato A. 

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Realizzazione siti web RSW Studio