L’ANGOLO DEL MISTER | Montegrotto – Granzette (30/11/2014)

Onestamente sono rammaricato per il pareggio, perché credoche avremo meritato qualcosa in più, soprattutto dopo quanto fatto vedere nelsecondo tempo. Abbiamo infatti messo sotto pressione le nostre avversarie pertutta la seconda frazione di gara, fallendo, tra le altre cose, delle occasioniincredibili.

Purtroppo, però, sono cose che possono succedere quando non giochiun’intera partita come potresti.

Stiamo attraversando un momento delicato e dobbiamoritrovarci: è in queste circostanze che deve venire fuori la squadra. Puòcapitare, nell’arco di una stagione sportiva, che anche gli elementi piùimportanti di una rosa paghino un calo di forma, è fisiologico.

Per venir fuorida difficoltà del genere serve il collettivo: tutti devono dare un qualcosa inpiù e sopperire alle difficoltà temporanee di chi potenzialmente può fare ladifferenza. È una prova di crescita che dobbiamo superare per poter ritornareal successo.

Ora ci aspetta un’altra partita importante sul nostro campo,vediamo come ci comportiamo e il lavoro fisico che stiamo svolgendo è utile.

Antonio Bellon 

L’ANGOLO DEL MISTER #Juniores | CAR Service Lusia Granzette – Real Grisignano (29/11/2014)

Il risultato non rispecchia la realtà della partita, meritavamo qualcosa in più viste le tante occasioni avute. Non stiamo raccogliendo niente di quello che stiamo seminando, non potrà andare avanti così per sempre, la ruota girerà per forza e noi dobbiamo essere pronte x quando succederà.

Dobbiamo continuare a lavorare in silenzio e recuperare atlete come Cattozzo e Gamberini che partita dopo partita aumentano il minutaggio. 

Sabato recupereremo anche Zerbinati, ferma per un problema alla schiena, e tra due partite si unirà al gruppo anche Garbin che finalmente compirà 14 anni. Non sto dicendo che la sconfitta sia immeritata, solo non abbiamo capitalizzato quanto creato, su questo dobbiamo migliorare, e già sabato con la prima partita di campionato proveremo a prenderci ciò che meritiamo.

Chiara Bassi

Car Service Lusia Granzette – Real Grisignano Calcio 3-6

Sabato al Palasport Don Bosco di Rovigo, causa indisponibilità del palazzetto di San Pio X per la partita della Beng Volley, è andata in scena l’ultima giornata della Coppa Veneto Juniores C5 Femminile tra le rodigine del CAR service Lusia Granzette e le vicentine del Real Grisignano, conclusa con il punteggio di 6-3 per le ospiti.

Parte benissimo il  CAR service Lusia Granzette che nei primi 5 minuti crea tre occasioni nette con Moretto e Cattozzo, il numero uno vicentino interviene prontamente e nega la soddisfazione del gol.

Al decimo minuto le ragazze del Grisignano si affacciano dalle parti di Ferrante raccogliendo un’imprecisione difensiva e passano in vantaggio. Il Granzette non si fa demotivare dallo svantaggio e continua a creare occasioni pericolose trascinate dal pivot Cattozzo, la quale partita dopo partita sta tornando quella che era prima del grave infortunio alla schiena che l’ha tenuta lontano dal campo per un anno intero.

Montegrotto – Granzette: 3-3

Al palasport di Montegrotto finisce 3-3 Montegrotto – Granzette. Partita molto tirata fino al triplice fischio, con continui capovolgimenti di fronte. Primo tempo di marca padovana, ripresa rodigina.

Un punto a testa. Senza farsi male, con un occhio alla classifica che vede ora il Montegrotto a quota 7 ed il Granzette a 5. Incerottate le rodigine riescono a rimontare il doppio svantaggio della prima frazione di gara e non agguantano la pista per poco.

La partita parte a ritmi bassi nel primo tempo con le squadre che si studiano a vicenda; dopo appena 4 minuti il Montegrotto passa in vantaggio: la numero 7 gialloblù esce bene in una mischia in banda destra e davanti ad Omietti non sbaglia.

Il Granzette a caccia di certezze e punti preziosi prova a riprendersi dal gol subito lottando su ogni pallone ma il gioco si sviluppa a singhiozzo, con continui capovolgimenti di fronte e inutili tentativi dalla distanza. Malin non ci sta a perdere e al 14′ in azione solitaria si porta sulla linea di fondo da cui lascia partire un tiro e trova l’angolino opposto, 1-1 e palla al centro. Le squadre sono sempre lunghe e la ricerca del vantaggio crea molti spazi che il Granzette non riesce a sfruttare con Bassi prima e Piccinardi poi.

Le padrone di casa si affidano soprattutto ai lanci del portiere per il pivot ed in 5′ trovano il doppio vantaggio: il numero 1 padovano lascia partire un pallonetto che il pivot spizzica quanto serve per mettere fuori uso Piccinardi ed Omietti. Dopo 2′ sempre l’estremo difensore con un rilanci trova il pivot direttamente in area che si gira ed insacca la terza rete.

Intervista Chiara Bassi

Granzette – A-TEAM 1-5

Il Granzette esce sconfitto dalle mura amiche della palestra di San Pio X contro l’A-Team: il finale è 5-1. Un ko meritato, sprecato completamente il primo tempo e poco incisive e concrete nel secondo tempo.

Parte in salita la gara delle rodigine che, oltre a Sinigaglia ancora ai box con rientro previsto nel 2015, durante il riscaldamento perdono Gresele per un problema alla caviglia. Le due juniores Boccato e Moretto diventano così linfa vitale per le restanti atlete a disposizione di mister Bellon, in tribuna per scontare la squalifica e sostituito proprio da Sinigaglia in panchina.

Il Granzette non entra in partita e l’A-team, squadra con atlete di grande esperienza e con qualità individuali di spicco, ne approfitta subito con la sua punta di diamante De Stefano: la numero 10 vicentina dopo appena 5 minuti dal fischio iniziale, si gira bene su Piccinardi e un po’ aiutata dalla fortuna calcia la palla alle spalle di Omietti. Dopo appena due minuti dal vantaggio è il Granzette con Bassi ad avere la possibilità di pareggiare, la numero 8 recupera un’ottima palla nella propria metà campo e scarica a Malin la quale, ad Andreani battuta, colpisce il palo, la sfera arriva sul sinistro di Bassi che però spreca malamente.

L’ANGOLO DEL MISTER | Granzette – A-Team Futsal (23/11/2014)

La partita di domenica era un test utile per capire lacondizione e la preparazione della squadra. Onestamente, ciò che ne è emerso miha deluso e non parlo solo del risultato.

La squadra, infatti, aveva svolto un determinato lavorodurante la settimana, ma in campo non si è visto; anzi, sembrava impreparata adaffrontare la situazione e impaurita dalle avversarie, certamente protagonistedi una partita aggressiva e meritevoli della vittoria.

Inoltre, ho constatato che siamo notevolmente giù dicondizione: poca corsa, poca lucidità ed estrema lentezza nel riportarsi inposizione. Provvederò a cambiare sistema di allenamento, perché così non vabene.

Dobbiamo rimboccarci le maniche ed entrare nell’ordine diidee che bisogna giocare senza paura e come provato in allenamento.

Chiudo dicendo brave alle juniores, perché hannointerpretato meglio che potevano le indicazioni ricevute e hanno risposto conprestazioni di buon livello.

Antonio Bellon 

Nazionale Femminile calcio a 11: Italia – Olanda

partita del 27 novembre 2014

partita del 27 novembre 2014

L’ANGOLO DEL MISTER Juniores | Breganze – CAR Service Lusia Granzette (15/11/2014)

Nonostante il risultato siamo contenti della prestazione della squadra.

Dopo la partita scorsa ci siamo riuniti con la squadra in settimana analizzando le difficoltà del campo ma soprattutto di atteggiamento, non possiamo quest’anno partite sempre già sconfitte, e nella partite di sabato scorso contro il Breganze seppur con la difficoltà di essere solo in 7 abbiamo visto ogni nostra atleta lottare su ogni pallone come singolo prima e come una squadra poi.

Il Breganze credo sia la miglior squadra vista negli ultimi due anni, giocano davvero a calcio a 5, ed individualmente hanno qualche elemento sicuramente di categoria superiore quindi la sconfitta ci può stare, ma hanno dovuto sudare per averla, erano più forti e a fine partita abbiamo stretto la mano complimentandosi, ma le ragazze ce l’hanno messa tutta ed in campo hanno dato tutto, facendo ottime cose in fase offensiva e difendendo molto bene coprendo tutte le zone del campo, per noi questo è molto importante perché in questo modo e lavorando durante la settimana arriveranno anche i risultati.

Chiara Bassi

CAR service Lusia centro revisioni veicoli

CAR service Lusia centro revisioni veicoli

L’ANGOLO DEL MISTER | Monte di Male – Granzette (16/11/2014)

La partita di domenica è stata alquanto difficile, merito sicuramente delle avversarie, che correvano molto, e colpa del campo, che c’ha un po’ penalizzato e non c’ha permesso di esprimere le nostre qualità.

La squadra si è data da fare, ho poco da rimproverare alle ragazze sotto l’aspetto dell’impegno, ma purtroppo avevamo difficoltà a smuovere la partita e a portarla nella direzione che più ci accomodava.

Ho il rammarico di non aver chiuso sul doppio vantaggio il primo tempo, perché credo che se ci fossimo riusciti, probabilmente avremo portato a casa il risultato. O se non altro, avremo potuto impostare, a livellotattico, un secondo tempo del tutto diverso.

Partita a parte, mi permetto di esprimere un giudizio suquanto accaduto in tribuna: è una vergogna che due genitori di una giocatrice si permettano di aizzare gli animi durante un incontro sportivo tra due squadre, la cui sola intenzione è “giocare” e farsi la loro partita di campionato. Genitori che, tra le altre cose, sono stati invitati dalla stessa figlia a smetterla (ma invano, visto che poi hanno proseguito), come se fosse lei a doversi occupare dell’educazione dei propri genitori e non il contrario.

Detto questo, pensiamo alla prossima partita, che sarà unbel test per vedere come ci comportiamo in un campo da futsal come il nostro.

Antonio Bellon