Granzette – Hellas Verona 1-3

Un brutto ko: nel punteggio finale di 1-3 e anche, più pesante, per quanto ha detto il campo. Il Granzette, ancora guidato da Sinigaglia per l’ultima giornata di squalifica da scontare di mister Bellon, non si aspettava questa sconfitta e come ha dimostrato dall’approccio iniziale molto offensivo, voleva i tre punti più di ogni altra cosa.

Primo tempo in salita. Dopo aver tenuto il campo con personalità in avvio, e aver mancato il vantaggio in più occasioni con Piccinardi e Iaich, le neroarancio  vanno sotto al 10’ con un contropiede fulmineo delle veronesi. La risposta e la reazione sono immediate, ma le rodigine sono poco convinte davanti a Donatelli e sprecano tutte le occasioni del possibile pareggio. La forza delle veronesi sono i contropiedi causati da continue palle perse in fase di attacco e da una di queste nasce il secondo gol dell’Hellas Verona. Nonostante la buona gara e le tante occasioni create il Granzette va negli spogliatoi sotto di due gol.

Nella ripresa, la squadra di casa riparte con grinta e cerca di pressare molto alta, quasi nell’area dell’Hellas: questo porta a giocare solo nella metá campo veronese ma Donatelli sembra davvero essere insuperabile, devia con la punta del piede un tiro di Malin ed esce con il tempo giusto su Gresele.

L’Hellas Verona prova a sfruttare le poche ripartenze che il Granzette concede ma trova sempre Omietti a difendere la porta. Al 17′ l’arbitro concede una corretta punizione alle gialloblù, Omietti non vede partire la palla ed è 3-0.

Il Granzette non si abbatte e continua ad attaccare, riesce a trovare il gol del 3-1 al 20′ con Bassi e crede, supportate da un grande pubblico, nella rimonta, ma deve fare i conti con la solita Donatelli e con la sfortuna: al 23′ Piccinardi esce bene in mezzo a due avversarie, tira a botta sicura alla sinistra del portiere ma la palla colpisce prima il palo e poi percorre la linea di porta uscendo dalla parte opposta. BASSI CHIARA

Due minuti più tardi la palla del possibile 2-3 arriva sui piedi di Malin che defilata non trova la porta a portiere battuto. Al 28′ e 29′ minuto Bassi prima riesce a saltare il portiere avversario ma non trova la porta per pochi centimetri, e poi arriva su una palla ribattuta dal numero uno avversario ma calcia a lato.

L’arbitro dopo due minuti di recupero fischia la fine della gara e per il Granzette arriva la seconda sconfitta in campionato, sconfitta brutta anche dal punto di vista della classifica perché le rodigine si sono viste superare proprio delle veronesi di un punto.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.